giovedì 5 aprile 2012

Casa dolce casa...

Differenze fra le case italiane e quelle inglesi:







  • le case italiane (soprattutto nelle grandi città) sono edifici grandi con molti piani e con molti appartamenti
  • le case inglesi (anche nelle grandi città, come Londra) sono piuttosto strette, basse e solitamente con al massimo due o tre appartamenti al loro interno
  • le case italiane hanno tapparelle a tutte le finestre, tende da sole, tendine e tendoni dappertutto
  • le case inglesi non hanno tapparelle e, spesso, nemmeno tende
  • le case italiane hanno i balconi
  • le case inglesi NON hanno i balconi (qualcuna sì, ma sono pochissime), in compenso hanno quasi sempre il giardino, magari di 2 metri per 2 ma ce l'hanno
  • le case italiane hanno il nome dei proprietari scritto sui campanelli
  • le case inglesi spesso NON hanno proprio il campanello!
  • le case italiane hanno il bidet
  • le case inglesi non ce l'hanno °_°
  • le case italiane hanno camere di grandi dimensioni
  • le case inglesi definiscono bedroom anche un... cesso buco, purchè ci stia un letto dentro, anche incastrato!
  • le case italiane hanno la lavatrice e l'asciugatrice in bagno, o in lavanderia
  • le case inglesi hanno la lavatrice e l'asciugatrice in ... CUCINA!
  • le case italiane hanno i soffitti abbastanza alti
  • le case inglesi definiscono alti i soffitti dai 2 metri in sù
  • le case italiane hanno tanti armadi spaziosi
  • nelle case inglesi ci sono pochissimi armadi, delle dimensioni dei puffi!
Ecco perchè 
  • la nostra cucina, gli armadi e un paio di librerie sono in vendita su e-bay!! Interessano a qualcuno?
  • sto cercando un bidet portatile e ... accetto suggerimenti!


5 commenti:

  1. mi sa che le casi inglesi sono uguali a quelle americane...!!

    RispondiElimina
  2. link agli annunci ebay? :)
    concordo e sottoscrivo... gli standard abitativi inglesi sono molto piu' bassi di quelli italiani. Per me e' stato uno shock ma poi ci si abitua.

    RispondiElimina
  3. @Maggie: eh eh, mi sa che hanno molti punti in comune.
    @speedwago: vabbè, ci abitueremo...

    RispondiElimina
  4. Voglio anche io un bidet qui a Londra. Apriamo una ditta di import/export? Con 200.000 italiani in città c'è da farsi i quattrini ;)

    Dome

    RispondiElimina
  5. Aspetta che arrivi e mettiamo su un bel business...

    RispondiElimina