venerdì 31 agosto 2012

Almost back to school

Ci siamo quasi. La prossima settimana qui cominciano le scuole.
La buona nuova è che, dopo mesi di attesa, dopo che abbiamo fatto rimbambire con le nostre mail e richieste il Council (n.d.r. l'organo che assegna i posti nelle scuole), dopo che avevamo un piano B e persino un piano C nel caso in cui ci fosse andata male, è arrivato il posto per E. proprio nella scuola che avevamo scelto!
Alla fine è andata bene... anche perchè trattandosi di scuola secondaria non è un dettaglio...
E. è felicissima, soprattutto di aver 'scampato' l'ingresso in una scuola solo femminile (così anacronistico per noi ma qui tanto di moda soprattutto nelle scuole secondarie... non smetterò mai di chiedermi il perchè!) oltre che a una quarantina di minuti di tragitto da casa, altra complicazione non da poco.
Andrà invece in una scuola mista a 5 minuti a piedi da casa nostra.
In più, quando l'abbiamo visitata lo scorso luglio siamo rimasti veramente colpiti per la sua apparente organizzazione, modernità e tecnologia. Speriamo davvero che le nostre impressioni vengano confermate durante il percorso.
C. ha già avuto il suo approccio con la scuola a luglio, quindi per lei ci sarà 'solo' il cambiamento di classe e di insegnante... che qui cambia ogni anno!
Ma.
Durante le vacanze estive, a parte far fare qualche lettura in inglese alle bambine (soprattutto a C. perchè E. in questo è ormai indipendente e abbastanza motivata), non ho ritenuto di far far loro altro, dato che non conosco i programmi scolastici e poi avevamo tutte e tre BISOGNO di staccare la spina e riposarci.
Quando oggi facendo la spesa mi è caduto l'occhio su degli eserciziari di ripasso per le varie classi (tipo libri delle vacanze per intenderci), ho pensato di acquistarne uno di inglese e uno di matematica per C., da farle fare a mo' di gioco in questi ultimi giorni....
Quello di inglese mi è sembrato ok, invece mi si sono rizzati i capelli sfogliando quello di matematica: conti con numeri oltre il migliaio, numeri negativi, frazioni, numeri decimali... tutte cose che C. arrivando da una seconda elementare italiana non ha fatto!!! Insomma se pensavo che la lacuna maggiore fosse la lingua, ora ho avuto la conferma che non è così!







martedì 28 agosto 2012

Verde

L. C. E. 

La prima impressione che si ha venendo qui è di essere immersi nel verde e nella natura.
Verde è verde, data la frequenza con cui piove...
Proprio vicino a casa nostra c'è un bellissimo parco, il Bushy Park. Bush in inglese significa 'cespuglio' ed infatti trattasi proprio di un parco particolarmente ricco di arbusti e cespugli. Molto curato, come d'altronde tutti i parchi inglesi, ma volutamente lasciato allo stato rurale. 

salice piangente "sdraiato"

E' uno dei parchi reali, la cui storia è legata all'Hampton Court Palace che si trova proprio alla sua uscita a sud.
La particolarità di questo enorme polmone verde è che vi si trovano i daini in libertà!

Ecco un daino!

Quindi passeggiando per il parco è facile passare accanto a gruppi di daini che brucano, scorgere i loro piccoli o assistere ai duelli tipici della stagione degli amori!
Se avete seguito le Olimpiadi ed in particolare il ciclismo, forse avrete notato che gli atleti sono passati proprio di qua... e io sono riuscita ad immortalarli!

Il passaggio degli atleti

...secondo scatto!

E' un parco dalle mille risorse: si presta a delle tranquille passeggiate, così come alla pratica dello jogging e a bellissimi giri in bicicletta. Ha campi da tennis, da rugby, da cricket. C'è anche una piscina all'aperto al suo interno. Inoltre ci sono dei laghetti e dei corsi d'acqua in cui si può pescare. Non mancano dei punti di ristorazione ed un grande parco giochi per i bambini.
Se poi si esce dal cancello che si trova a sud si arriva davanti agli Hampton Court Gardens che portano all'Hampton Court Palace!

foto presa in prestito dal web

Anche qui tanto verde, fiori di ogni genere e colore, un roseto magnifico e persino un labirinto!

viole nere agli Hampton Court Gardens

Labirinto - foto presa in prestito dal web
Questo è uno scorcio dei nostri luoghi, che vale sicuramente una visita!
Se siete a Londra, potete raggiungere Bushy Park con il treno, partendo da Waterloo Station e scendendo a Teddington, Hampton Wick o Hampton Court. Altrimenti c'è una fitta rete di bus che collega il parco alle zone limitrofe.



lunedì 27 agosto 2012

Quel sassolino...



Siamo passate da 40° a 20° nel giro di mezza giornata.
Da un'estate rovente ad una primavera appena accennata. Dal sole alla pioggia.
Non che non ce lo aspettassimo eh, però il rientro è stato abbastanza brusco.
Comunque.
Siamo di nuovo qua, dopo quattro settimane di pausa.
Abbiamo fatto il pieno di focaccia ligure, gelati, krapfen, farinata e di tutte le altre cose buonissime ma soprattutto  introvabili qui al nord. Abbiamo anche fatto il pieno di bagni e di sole.
Abbiamo rivisto tante persone che, incuriosite per la nostra avventura britannica, ci hanno bombardato di domande. Ma non solo. Ognuno di loro voleva dire la sua, giudicare, commentare.
Chi ha detto di conoscere benissimo Londra e poi, approfondendo un po', è venuto fuori che c'era stato due volte in tutta la vita;
chi ha commentato: "Londra? Bellissimo! Ah ma non siete in centro? Beh allora..."
chi invece: "Certo che non ti puoi lamentare, in fondo sei una privilegiata..."
chi pretendeva di conoscere perfettamente il sistema scolastico inglese e sosteneva che nella scuola secondaria inglese i ragazzi studiano appena tre materie all'anno, mentre in Italia ne studiano almeno dieci;
chi ha detto che spingerebbe volentieri i propri figli a trasferirsi all'estero;
chi ha sostenuto che "tanto Londra è dietro l'angolo, praticamente non è cambiato nulla nella vostra vita";
chi poi, forse per incoraggiarmi, ha commentato: "Beh dai, tanto tornerete tutte le estati in Italia"
chi mi ha chiesto "ma le bimbe studieranno le materie in inglese?" (n.d.r. trattasi di una maestra);
chi mi ha detto "Beh, adesso che hai smesso di lavorare e che le bambine cominceranno la scuola, avrai tanto di quel tempo libero...";
chi invece mi ha chiesto "E tu hai già trovato lavoro?";
chi ancora ha sostenuto che le bambine non avranno nessun problema e si ambienteranno in un attimo; (forse voleva rassicurami....)
chi ha commentato "Beh, se non altro non hai una vita che rischia di cadere nella routine..."
...
Ho sentito questo ed altro.
Quasi tutte le frasi si commentano da sole.
Certo è che la superficialità delle persone non ha limiti.
Per fugare ogni dubbio, vivere qui è frutto di una scelta ragionata e consapevole. Non è stato facile prendere la decisione, così come non è facile affrontare questa nuova vita. Abbiamo tante cose da imparare, tante barriere da superare. Sappiamo che ci saranno molte difficoltà, a cominciare dalla lingua per le nostre figlie. Che poi anche se si conosce la lingua, non si ha la stessa padronanza che si ha con la propria lingua madre. Come d'altronde non si conoscono i sistemi e le abitudini di un paese che non è il nostro.
Quindi no, non sto cercando un lavoro, perchè il mio bel lavoro già ce l'ho nel seguire e aiutare le bambine ad affrontare questo nuovo inizio. Oltre ad un mio progetto personale al quale sto dedicandomi da un anno a questa parte e che spero mi dia soddisfazione.
Il privilegio quindi dove sta? In Londra? Beh, sì, questa città è sicuramente una bella cornice. Per me non più di questo però. Confesso che spesso ho provato un po' di invidia per chi ha una vita pìù ordinaria e routinaria della mia. E' così strano?

Ecco, ho vuotato il sacco.
E' che avevo sto sassolino da togliere...
Ma domani è un altro giorno e noi siamo pronte a ricominciare.










lunedì 20 agosto 2012

Di sole e d'azzurro












 











Questo è il sunto fotografico delle nostre vacanze: mare, sole, meteo e temperatura particolarmente favorevoli, tanto buon cibo (grazie mamma!!!), aperitivi e cene in riva al mare... Che ve ne pare? Niente male, eh?
Purtroppo solo una settimana tutti e quattro insieme, perchè L. non è riuscito a fare più di questo.
Le bimbe ed io però ci siamo ricaricate di tutta l'energia necessaria per affrontare questo nuovo anno scolastico ricco di novità. Anzi, ci stiamo ancora ricaricando, dato che abbiamo un'ultima settimana di vacanza da godere fino in fondo.
ALOHA!


ps: dato che non c'è il due senza il tre, sono molto felice di dirvi che ho ricevuto un altro premio, e da ben due blogger!!! Si tratta del premio 'Blog 100% affidabile' assegnatomi da destinazioneestero e da familyatwork. Che dire? Grazie mille!!! Appena rientrerò dalle vacanze,  scriverò un post a riguardo.

A presto, ma non troppo...