mercoledì 26 settembre 2012

The italian club


Una delle caratteristiche di Londra è la sua internazionalità e multietnicità, per cui come ti giri trovi gente che arriva da ogni parte del mondo, carica di bagagli culturali e di esperienze molto diverse dalla tua.
Nel quartiere in cui abitiamo noi questo è vero fino ad un certo punto: sì ci sono alcune famiglie 'straniere', ma è una zona mooolto inglese.
E. per esempio ha solo una compagna straniera (svizzera) e C. ha due compagni spagnoli ed una compagna indiana (che bytheway arriva dalla ...Norvegia!). Tutti gli altri sono inglesi o comunque anglofoni fin dalla nascita, perchè figli di genitori o addirittura nipoti di nonni arrivati qui tanto tempo fa.
E quindi, data la poca differenziazione linguistica, a parte la lingua straniera imparata a scuola (francese e poi tedesco), non c'è molto interesse verso l'apprendimento di altre lingue.
So che in molte altre zone di Londra, più internazionali della nostra, c'è un'offerta più vasta in questo senso.
E' stato quindi sorprendente scoprire che nella scuola di C., dato che vi lavora una teaching assistant italiana, hanno istituito come attività extracurricolare un club di italiano!
Naturalmente si tratta di un corso base rivolto ai bambini inglesi, tanto per dare un'infarinatura della nostra lingua...
Ma la cosa più bella è che C. è stata chiamata per fare l'assistente dell'insegnante!
E così, da oggi pomeriggio, C. sarà impegnata per un'ora alla settimana a svolgere questo compito: insegnare l'italiano a chi le sta facendo imparare l'inglese. Mi sembra uno scambio equo! 

3 commenti: