martedì 11 settembre 2012

Trova le differenze


Disegno da colorare trova le differenze

C'era questo gioco sul settimanale che comprava (e compra ancora oggi) mia nonna: "Trova le differenze".
Quando ero piccola mi piaceva un sacco, appena riuscivo ad accaparrarmi il giornaletto (cosa difficilissima, chè era il passatempo preferito della nonna) cercavo la pagina giusta e lo facevo.
Prendendo spunto da questo giochetto, stamattina pensavo alle differenze tra la mia vita di "prima" e quella di "ora".
PRIMA: lavoravo mezza giornata in ufficio, quindi il mattino era tutta una corsa, sveglia-colazione-prepara-accompagna-ufficio, perchè io dovevo essere in ufficio per le 8.30 avendo portato le bimbe a destinazione (scuola-nonni). Poi, le solite cose, spesa, attività delle bimbe, pulizie. E poi, almeno nell'ultimo anno, studio. (ma questa è una cosa ancora "top-secret", per cui non ne parlerò. Per ora)
ORA: non lavoro, le bambine entrano con orari  'sfasati' e persino più tardi di prima, ma al mattino è rimasta tutta una corsa. E' che ci piace iniziare la giornata facendo colazione tutti assieme...
Poi alle solite cose (spesa, pulizie) si è aggiunta la preparazione del lunch-box, che devo dare sempre a C., a giorni da definire a E. e su richiesta a L. Categoricamente da non riscaldare (perchè nelle scuole non è possibile), vario, possibilmente non sempre a base di sandwiches, sano, con verdure (ma C. di verdure ne mangia ben poche..), eccetera, eccetera.
Per le attività non ci siamo ancora organizzati ma verranno anche quelle.
Lo studio c'è e rimane...
Ma si è aggiunta un'ultima cosa: l'attività di recupero di inglese (e ora anche di matematica!) di C. Data la situazione, ho comprato qualche libro e sto cercando di farle fare un po' dell'una e un po' dell'altra materia tutti i giorni. Un'ora al giorno.
Insomma, se già prima non mi annoiavo, ora ho capito come mai alle 10.00 di sera crollo. A volte anche prima!
E voi come siete messi con gli orari e gli impegni?

2 commenti:

  1. Da alcuni mesi non lavoro, ma, ti dirò, la mia vita non è molto diversa da quando lavoravo visto che negli ultimi tempi svolgevo il mio lavoro da casa. Sono comunque un po' meno ansiosa di prima perchè non ho impegni impellenti e scadenze da rispettare, anche se le mie giornate sono comunque molto piene.
    Devo dire che la mia routine è fortemente condizionata dalle mie figlie, anzi, dalla mia figlia maggiore, visto che la piccola, avendo meno di due anni, è molto poco mondana.
    DIco sempre che più che una mamma spesso mi sento un'accompagnatrice, una personal assistant che non può mai prendersi il lusso di un giorno libero, visto che mio marito c'è poco e non posso contare su nessun parente visto che vivono tutti a centinaia (se non migliaia) di km da noi.
    Ma va bene così (finchè reggo..)

    RispondiElimina
  2. Eh eh, i figli condizionano non poco! In questo senso tutto il mondo è paese...

    RispondiElimina