martedì 27 novembre 2012

Di cibo, cuore e 'girls just wanna have fun'

Ci sono giorni in cui la scuola di E. mi sembra ottima. Altri in cui mi sembra un tantino stravagante.

C'è questa materia che si chiama D&T: design & technology. Prima è stata la volta del disegnatagliaecuci. I ragazzi facevano il design di un oggetto e poi lo realizzavano. Da un paio di lezioni a questa parte E. ha cominciato un corso di cucina. I ragazzi portano tutti  gli ingredienti, cucinano i piatti previsti e poi li portano a casa. Per ora è andata molto bene ed E. sembra essere soddisfatta delle sue produzioni, soprattutto quelle culinarie! Chissà quale sarà il prossimo corso? Forse di fotografia?

Scienze: stanno studiando il corpo umano. Un giorno E. arriva a casa sconvolta e mi racconta che la professoressa per spiegare il funzionamento dei polmoni ne aveva portato uno vero! Per essere più convincente e dimostrativa aveva passato la lezione a soffiarci dentro...
La settimana successiva è stata la volta del cuore: la professoressa aveva chiesto di portare a scuola dei cuori di maiale che sono stati dissezionati durante la lezione! E. non ha mangiato carne nei i giorni seguenti... Credo che presto sarà il turno dell'occhio.

Musica: non ho ancora ben capito cosa facciano. So solo che hanno computers collegati a delle tastiere e due studi di registrazione. E. mi ha detto che compongono musica, studiano i vari generi musicali e suonano. Oggi mi ha spiegato il suo ultimo lavoro: riprodurre la musica (di tutti gli strumenti insieme, ricreandone il timbro) di questa canzone:


Insomma gli stimoli non mancano... ogni tanto però mi viene il dubbio che il modello più tradizionale a cui eravamo abituati non fosse poi così male...

3 commenti:

  1. Stai tranquilla!
    Secondo me è stupendo che la scuola coltivi la creatività!
    Io ho 2 classi: una che seguo da 3 anni, i bambini seguono sia le mie lezionio tradizionali che quelle più creative e sono sempre interessati, l'altra la seguo da pochi mesi e i bambini sono abituati solo al modello tradizionale, bè sono quasi tutti bambini che non amano la scuola e fanno le cose solo se sono compiti!
    Che tristezza!

    RispondiElimina
  2. Anche la mia italianissima maestra delle elementari nei lontani anni 80 ci ha spiegato il funzionamento del corpo umano mostrandoci organi provenienti dal macello. Ricordo ancora la mattina che ha trascorso soffiando nei polmoni di un agnello. Raccapricciante! Oppure quando ci ha fatto annusare la bile, ancora racolta nella cistifellea di chissa' quale animale.

    RispondiElimina
  3. Anche la mia italianissima maestra delle elementari nei lontani anni 80 ci ha spiegato il funzionamento del corpo umano mostrandoci organi provenienti dal macello. Ricordo ancora la mattina che ha trascorso soffiando nei polmoni di un agnello. Raccapricciante! Oppure quando ci ha fatto annusare la bile, ancora racolta nella cistifellea di chissa' quale animale.

    RispondiElimina