giovedì 6 dicembre 2012

Cose che capitano a Londra

Se abiti a Londra potresti...

scorgere una volpe che passeggia tranquilla nel tuo giardino

non riuscire a rientrare a casa la sera perchè hanno soppresso tutti i treni dopo una lievissima nevicata mattutina

essere invitata alla cena natalizia scolastica e scoprire che i bambini non sono inclusi nell'invito, anzi a dire il vero nemmeno i papà, è un'uscita 'sole donne'

vedere gli addobbi natalizi in tutte le case già a fine novembre

ballare danze irlandesi al corso di zumba

dover prenotare il biglietto per assistere al concerto della scuola, in cui tuo figlio si esibisce

vedere lo spreco di pini veri che hanno l'unico scopo di adornare le case per le feste (perchè sono stati segati e non hanno più le radici) e poi verranno raccolti per far legna, credo

sorprenderti sentendo le tue bambine che, a distanza di pochi mesi dal trasferimento, mixano inglese e italiano in modo così spontaneo

aver voglia di fare tua l'abitudine inglese del tè delle cinque, perchè a quell'ora è già così buio e fa così freddo che ti viene persino fame!

farti un gruppetto di amiche che di inglese ha solo l'indirizzo di residenza

abituarti all'idea che non esiste il brutto tempo ma solo vestiti non adatti!



11 commenti:

  1. Beh, dai.... tutto questo ha il suo grande fascino! A parte i pini recisi.... sara' anche per via del mio mestiere ! chissa' che belle le ragazzine.....un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti questa cosa dei pini mi ha fatto rimanere proprio male! Sa molto di americano pero', pensa ai film natalizi made in USA...
      Le ragazzine crescono. Troppo in fretta purtroppo! Come le tue del resto. Chissa' la piccolina....

      Elimina
  2. Beh, dai.... tutto questo ha il suo grande fascino! A parte i pini recisi.... sara' anche per via del mio mestiere ! chissa' che belle le ragazzine.....un bacio

    RispondiElimina
  3. l'ultima mi piace moltissimo, praticamente dal momento che si valicano le alpi in senso contrario ad Annibale coi suoi elefanti diventa la piu' grande verita' che la fanciulla alla moda italiana deve apprendere per non rimanere chiusa in casa 10 mesi l'anno :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che poi qui:
      - la moda che cos'è?
      - son sempre tutti svestiti, temprati dalla nascita!

      Elimina
  4. Già! Che dire della principessa Kate che è uscita dalla clinica con un cappottino leggero leggero, accompagnata dal consorte coperto da un semplice golfino!!!
    Beati loro, comunque secondo me alla fine ci si tempra.
    Io sono stata 5 mesi in Scozia, da novembre a Marzo e il freddo c'era ma se dovessi dire non l'ho sentito più di tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono troppo freddolosa di natura ma resto sempre stupita di fronte al loro modo di essere 'poco vestiti'!

      Elimina
  5. Aspe' ...sull'ultima frase ci rifletto ancora 5 minuti... c'è qualcosa che non mi torna... :)))

    RispondiElimina
  6. Eh già, la cosa che mi ha sempre fatto invidia dei nordici è la capacità di far fronte alle temperature più basse con una tale nonchalance.. Ricordo che quando vivevo da quelle parti mi divertivo a riconoscere gli italiani dall'abbigliamento (prima che dal tono di voce): erano di solito quelli più bardati per il freddo (anche a temperature non eccessivamente rigide) e quelli più fashion-conscious.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...la nonchalance che non ho io! E sì, gli italiani sono solitamente riconoscibilissimi!

      Elimina