lunedì 18 marzo 2013

Friends and... FIDEUA

Ci siamo conosciute pochi mesi fa, nella playground della scuola di C.
Abbiamo cominciato a scambiarci qualche parola, abbiamo preso qualche caffè insieme. Poi abbiamo iniziato a frequentare un corso di zumba e perfino la piscina.
L'inglese è la nostra lingua franca quando siamo tutte e cinque insieme ma poi capita che improvvisamente partano intere frasi in italiano o spagnolo, tanto ci si capisce ugualmente. Solo una fa un po' di fatica a star dietro alle conversazioni, dato che è indiana...
Ultimamente è nata l'idea di ritrovarsi una volta ogni tanto a pranzo per una sessione di international cooking: a turno una di noi prepara un piatto del suo Paese e lo si degusta tutte insieme.
E così giovedì scorso abbiamo iniziato con la FIDEUA, un piatto tipico spagnolo (Valenzano, per la precisione).
Chi ha già assaggiato la Paella troverà una grande somiglianza con questo piatto che però non viene realizzato con il riso ma con la pasta. Tradizionalmente si dovrebbe utilizzare una pasta tipo 'vermicelli' o 'capelli d'angelo' (dal nome fideu) però va benissimo anche una pasta corta di piccole dimensioni. E poi, come per la paella, ci sono moltissime varianti che dipendono dalla regione della Spagna in cui viene cucinato il piatto.
La nostra FIDEUA è stata fatta così:

INGREDIENTI (per 5 persone):
500 gr di pasta
1/2 cipolla
2 spicchi d'aglio
2 pomodori sbollentati e pelati
1/2 peperone verde
1/2 peperone rosso
1 pugnetto di fagiolini
100 gr di piselli
300 gr. di pollo
1 calamaro
500 gr di cozze
6 gamberoni
1 litro e mezzo di brodetto di pesce
sale e olio d'oliva


A parte il brodetto di pesce (che si deve preparare in anticipo), il procedimento è molto semplice.
Occorre lavare le cozze e sbollentarle in acqua.
Il calamaro va pulito e tagliato a listarelle sottili. Il pollo deve essere affettato a tocchetti abbastanza piccoli.
Il peperone verde deve essere tagliato a pezzettini molto piccoli, mentre quello rosso deve essere affettato a listarelle lunghe e sottili.
Una volta preparati tutti gli ingredienti, si fa rosolare la cipolla insieme all'aglio nella padella (quella della paella, bassa e larga). Si aggiungono a poco a poco le verdure, il calamaro e il pollo e si fanno rosolare un poco.
Poi si aggiunge la pasta (cruda) e si fa cuocere il tutto a fuoco lento aggiungendo poco alla volta il brodo di pesce, un po' come se si stesse cucinando un risotto.
Quasi all'ultimo vanno aggiunti i gamberoni e proprio alla fine le cozze.
Il risultato è questo:


¡QUE APROVECHE! 
(buon appetito!)

Il piatto era buonissimo, così come la compagnia di queste mie nuove amiche expat: sono contenta di avere trovato delle persone speciali con cui condividere questa fase 'speciale' della mia vita. E credetemi, non è poco!

Se vi interessa, vi terrò aggiornati sulle prossime sessioni di international cooking e soprattutto sulle prossime ricette! Fatemi sapere...

4 commenti:

  1. Meraviglia...è da provare. No, dico che la proverò certamente! Complimenti e tutte voi! Enza

    RispondiElimina
  2. molto interessante! si si, condividi! che bella esperienza, le differenza culturali e in questo caso culinarie arricchiscono sempre!!! altro che libri di cucina...
    Federica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Federica! Tornerò presto con la descrizione di una nuova ricetta e le foto del prossimo international cooking...

      Elimina